MAGAZINE

Imprinting: Accademia Bizantina rilegge Mendelssohn e Schumann

Imprinting: Accademia Bizantina performs Schumann and Mendelssohn

Imprinting è il titolo del nostro nuovo album dedicato a due emblematiche sinfonie del periodo romantico: l’Italiana di Mendelssohn e la Renana di Schumann. L’album è disponibile dal 7 giugno su tutte le piattaforme di streaming e su cd, in esclusiva su hdbsonus.it.

Imprinting è anche, in senso più ampio, il nome del nuovo progetto musicale con cui interroghiamo i grandi capolavori di fine Settecento e del primo Ottocento. Siamo conosciuti soprattutto come interpreti di musica barocca e in effetti per noi questo è un nuovo viaggio. È un percorso che ci porterà a esplorare i mondi musicali, per noi finora inediti, di Mendelssohn, Schumann, Beethoven e Schubert, ma anche di tornare a rileggere e registrare musiche di Mozart e Haydn.

L’idea che ci guida è quella di restituire alcune tra le opere più celebri di questi compositori a un orecchio rinnovato, liberato dalle stratificazioni delle interpretazioni che si sono succedute nel tempo. Imprinting, dunque, perché intendiamo la partitura come un’impronta che i compositori hanno lasciato alla storia. Sta a noi interpreti seguirla, decodificarla e interpretarla a ogni esecuzione.

La nostra rilettura su strumenti originali delle due sinfonie di Mendelssohn e Schumann tiene conto sia dei cambiamenti estetici e filosofici che appartengono all’epoca di composizione di questi capolavori, sia della tradizione di gesti e atteggiamenti espressivi del periodo appena precedente, che facevano quindi ancora parte della nuova sensibilità artistica ottocentesca.

Questo gesto interpretativo è il nostro imprinting, un preciso approccio alla partitura e al fare musica che è la naturale conseguenza della nostra esperienza sul repertorio barocco. Nelle parole del nostro direttore, Ottavio Dantone:

“la scelta di queste due sinfonie e dei rispettivi autori riflette una personale affinità, dovuta anche al fatto che sia Mendelssohn che Schumann erano fortemente attratti e influenzati dalla musica di Bach, cosa che si riflette in maniera evidente nei due lavori presenti in questa registrazione. Vediamo così coesistere nella Renana e nell’Italiana le espressioni più pure dello spirito romantico insieme a richiami, stili e temi di chiara ispirazione bachiana, oltre a un uso frequente e raffinato del contrappunto.” 

Questa è la nostra impronta, ci auguriamo che possa divenire imprinting per chi amerà il nostro punto di vista.

RESTA
AGGIORNATO
ISCRIVITI

Non vuoi perdere i nuovi articoli, gli approfondimenti e le curiosità dal nostro Magazine?
Compila il modulo e iscriviti alla newsletter di Accademia Bizantina!

Form Contatto interna news

#accademiabizantinaorchestra